Graduatorie di II e III fascia cosa inserire per il punteggio

offertaCon la riapertura della III fascia che permetterà l’inserimento,  anche dei neolaureati non ancora presenti nelle stesse con il punteggio di laurea, dei servizi, se maturati, e dei titoli conseguiti entro la data di scadenza delle GI. ma vediamo che cosa vale come punteggio per aumentare la propria posizione o per la prima iscrizione.

GI 2017/20, cosa inserire come punteggio

Noi al contrario delle voci che circolano presumiamo che il bando di riapertura delle Graduatorie di Istituto sarà pubblicato alla fine di luglio, così come furono le  tempistiche dell’ultimo aggiornamento. In questo mese infatti, la maggior parte dei docenti termina il proprio contratto scuola, maturando interamente il punteggio utile per l’inserimento.

I 12 punti di servizio sono generalmente  maturati alla fine di maggio, inizio giugno, questo calcolo si riferisce al servizio specifico nelle scuole pubbliche e non per es. ai corsi di recupero o altra tipologia di servizio/lezioni, conteggiati per numero di giorni di lavoro effettivamente svolti e non per durata del contratto.

Nel calcolo dei giorni di servizio non è interessato il numero delle ore di cattedra. Ciò significa che si potrebbero avere anche 2 ore a settimana dal 16/12 al 30/06 per ottenere comunque 12 punti.

Sarà ovviamente conteggiata una sola sede di servizio; non conta se si lavora su più scuole, in quanto il numero dei giorni di lavoro è sovrapposto: al massimo possono essere maturati 12 punti per anno scolastico, con il raggiungimento dei 166 giorni.

Per quanto riguarda invece il servizio non specifico, il punteggio da inserire è per numero di giorni effettivi lavorativi . Lo si potrà inserire nelle Graduatorie di Istituto con un calcolo non per durata di contratto ma per giornate. In questo caso, dunque, i punti maturati saranno inferiori (perché si contano solo quelli in cui il docente è effettivamente a scuola e non per esempio le vacanze di natale come nei contratti fino al termine delle attività didattiche), ma possono essere sommati con altri giorni di servizio sulla stessa classe di concorso.

Cos’altro inserire per aumentare il punteggio?

Hanno valore le certificazioni LIM e TABLET, per esempio; hanno valore i master di I e II livello, ma purché questi siano direttamente collegabili alla classe di concorso di insegnamento, dunque attenzione anche a quale altro titolo si sceglie di conseguire per aumentare il proprio punteggio. Inoltre, considerate bene la scadenza dei corsi e la data di ottenimento del titolo, perché se non concluso entro la data di scadenza del bando di aggiornamento GI non potrà essere inserito che al prossimo aggiornamento. I servizi e i titoli da inserire sono quelli conseguiti dal luglio 2014 alla riapertura delle GI che non sono stati ancora conteggiati nel punteggio (per docenti già iscritti nelle GI) con possibilità anche di inserire servizio/titolo conseguito anche prima di queste date, che magari non si è potuto inserire o ci si è dimenticati; per i neolaureati o candidati non ancora presente nelle GI invece possono essere inseriti tutti i titoli e servizi per la cdc per cui si richiede iscrizione maturati entro la data di scadenza del bando.

I Corsi AIMC  On Line FORLIM e FORTABLET sono valutati ciascuno 2 punti se frequentati per il massimo delle ore che è 200, ma possono anche essere frequentati fino 100 ore se avete bisogno di 1 solo punto o 150 se vi servono solo 1,50 punti. Il costo è invariato!

Sono in autoapprendimento, cioè studierete i contenuti proposti autonomamente seguendo un percorso didattico proposto e svolgerete alcune attività che verranno conteggiate come ore dalla piattaforma, quindi le ore vi verranno attribuite non per il tempo di permanenza ma per le attività formative quali: download lezione= 6 ore, test della lezione (dieci domande a risposta multipla, con un minimo di 20% di risposte esatte)= 4 ore, 4 test a risposta aperta = 20 ore, relazione finale a tema (una paginetta in cui si dovrà illustrare una lezione con la lim o un’attività con il tablet)= 20. Ne scaturisce che il tempo per terminare il corso e ricevere l’attestato valido fino a 2 punti in graduatoria è molto breve, lo si termina in molto meno di una settimana con un po’ d’impegno!

Non prevedono esami, perchè l’assessment formativa considera come esame tutti i test e le attività svolte in piattaforma per avere accreditate le ore. Il certificato di frequenza quindi recherà oltre al num. di ore di frequenza anche la scritta “ha superato l’esame forlim o Fortablet”

Offrono gratuitamente la possibilità di sostenere anche l’esame per la patente pedagogica della LIM o del TABLET, insieme al corso viene offerto gratis l’esame di certificazione delle competenze che da luogo ad un ulteriore certificato se superato, non spendibile in graduatoria ma utile per il curriculum del docente, soprattutto quando si diventerà di ruolo come ci auguriamo avvenga presto.

I Corsi On Line FORLIM e FORTABLET, se acquistati insieme costano solo 250€ in offerta

I corsi acquistati singolarmente costano 150€

Visitate www.forlim.it e www.fortablet.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *